martedì 18 ottobre 2016

I segreti della casa sul lago- Kate Morton





Buon pomeriggio carissimi,
vi ho mai detto quanto io apprezzi Kate Morton? Sicuramente si, un milione di volte minimo. Ho letto tutti i suoi libri ma qui sul blog troverete soltanto la recensione di quest'ultimo visto che gli altri li ho letti prima di avventurarmi in questo piacevole ingorgo chiamato blogosfera. Un'autrice che non mi ha delusa nemmeno questa volta anche se...











Titolo: I segreti della casa sul lago
Autore: Kate Morton
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 518
Genere: Romanzo straniero
Prezzo: € 19.90
Ebook: € 9.99



L'amore mette le ali e toglie ogni freno; rende incauti.

Siamo nel Giugno del 1933, in quella meravigliosa casa di campagna appartenente alla famiglia Edevane. Una casa che brulica di gente per la preparazione della festa del solstizio, occasione importantissima in cui le ragazze che ci abitano avranno occasione di conoscere nuovi pretendenti, in cui lo sfarzo della famiglia e la sua unione sarà visibile sotto gli occhi di tutti, in cui Alice, la sedicenne di casa affronterà il suo amore segreto, la stessa notte in cui si perderanno le tracce del piccolo Theo. Una tragedia senza precedenti che spingerà l'intera famiglia ad abbandonare la tanto amata dimora e trasferirsi a Londra.
Sadie Sparrow ha commesso un grosso errore rivelando parte delle indagini ai giornali. E' stata allontanata dal suo lavoro per un periodo di riflessione che lei trascorrerà in Cornovaglia, dal nonno che l'ha cresciuta. E' correndo con i cani che scopre una casa abbandonata, dai giardini un tempo curati e vissuti, una dimora che dentro è rimasta intatta, quasi a mantenere il segreto di settant'anni prima, quando un bambino piccolo venne prelevato dalla sua culla e mai più visto. Un mistero che si insinua nella sua mente e che deve trovare una risposta concreta che la porterà ad affrontare una delle donne vissute in quella tenuta, la famosa scrittrice di gialli Alice Edevane.
Come ho già anticipato io amo la scrittura e le trame intrecciate e misteriose di Kate Morton, avendo letto tutti i suoi libri posso dire che alcune caratteristiche tornano in tutti i suoi romanzi. Ci troviamo sempre un un'ambientazione quasi magica, in delle case enormi con giardini sfarzosi e laghi che permettono ai protagonisti di godersi tutto ciò che di meraviglioso la natura possa regalare. Le protagoniste principali sono tutte donne, fra cui una ormai anziana che tiene ancora dentro di se un segreto che le ha segnato profondamente la vita e che arrivata alla fine della sua esistenza è pronta a condividere, aiutando chi dopo svariati anni tenta di risolvere quel fitto mistero. Abbiamo amori non corrisposti o "impuri" e un protagonista maschile molto carismatico.
Queste sono le caratteristiche che anche questa volta compaiono nel romanzo, allora a questo punto verrebbe da chiedere se i suoi libri non siano tutti uguali o non dessero la sensazione del "già letto". 

Ecco il motivo per cui mi piace questa donna, perchè le sue storie non stancano.

Alice mi ha tenuta incollata alle pagine, la sua famiglia vive momenti di felicità pura finché sua padre non parte per il fronte e torna un uomo diverso, distrutto dall'orrore che la morte ha seminato in quegli anni e ancora più amareggiato vista la perdita del suo migliore amico. Sarà il protagonista di episodi violenti che saranno ben nascosti da sua moglie, "Trauma da bombardamento" si verrà a sapere dopo, quando Sadie sarà così caparbia da non buttarsi questo caso irrisolto alle spalle. E se fosse proprio lui la causa della scomparsa del bambino? E se fosse stato lui ad ucciderlo e ad occultare il corpo nella tenuta? Indizi disseminati fra le pagine, la storia che segue un corso per noi lineare e che viene stravolta più e più volte, tifando per quell'amore che Alice guarda di nascosto e che non sarà mai suo perchè già donato ad un'altra donna.
I personaggi sono ben definiti e caratterizzati. Mi sono sentita parte della famiglia Edevane, ho sentito chiudere furiosamente le porte, ho percepito l'amore che univa Eleanor e Anthony, le risate delle bambine in giardino e i pianti sommessi. Misteriosa e riservata Alice, dura e precisa nel suo lavoro, convinta di essere la causa principale di quella sparizione improvvisa, diversa dalle sue sorelle, tre caratteri divergenti e sfuggenti, perciò normale che ognuna, costruisca attorno al destino di Theo, una storia e un finale diverso. Sadie ha sofferto, è una poliziotta che mette troppo cuore nelle indagini che segue, il passato inizia a starle troppo con il fiato sul collo e quelle lettere che riceve le ricordano che i veri legami tendono sempre a ricongiungersi.
Ho letto voracemente le sue pagine fino all'epilogo, un finale che non mi ha spiazzata come avrei voluto. Ecco a mio parere l'unica nota stonata del romanzo, un finale troppo sbrigativo, in cui tutto è bene ciò che finisce bene.
Ho Spoilerato? Spero di no, in tal caso perdonatemi ma dovevo pur dirvi perchè, quella parte non mi ha entusiasmata, no?

Una scomparsa misteriosa, un intrigo di personaggi fra presente e passato, una famiglia apparentemente perfetta e un amore conteso e vissuto. Kate Morton si conferma una delle mie scrittrici preferite se pur, in questo libro il finale non mi abbia lasciato con il fiato sospeso.


Kate Morton, australiana, si è laureata con una tesi sulla tragedia nella letteratura vittoriana e si è a lungo dedicata al tema del gotico nel romanzo contemporaneo. A ventinove anni ha scritto il primo romanzo, che ha ottenuto subito grande successo in tutto il mondo. Sono seguiti Il giardino dei segreti, che Clint Eastwood ha opzionato per trarne un film, Una lontana follia e L'ombra del silenzio. I suoi romanzi sono pubblicati in trentotto Paesi e hanno venduto dieci milioni di copie


8 commenti:

  1. Questo libro ce l'ho da un po' ma ancora non lo ho letto, devo decidermi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bello, ma credo che il più bello dei suoi sia Ritorno a Riverton Manor...

      Elimina
  2. Noi Kate la compriamo a scatola chiusa, è come acquistare ogni volta un biglietto per un viaggio straordinario. Il finale per me è stato inaspettato, non ci sarei arrivata, anche se forse un pelo inverosimile. Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kate nostra, quando il prossimo? Il finale per me è stato uno "spreco" poteva fare di meglio ecco!

      Elimina
  3. mi unisco all'amore per la morton *_*
    io l'ho amata con UNA LONTANA FOLLIA, e anche questo mi è piaciuto molto perchè trovo che lei abbia la capacità di creare intrecci sempre diversi, misteriosi e ricchi di suspense.
    E' vero, il finale ha qualcosa che "non convince in toto", è come se avesse scelto una soluzione poco in linea con tutta la tensione provata nel corso della storia.
    però resta un bel romanzo e lei una bravissima narratrie.
    sto cercando di acquistare tutti i suoi libri(pubblicati, che non sono tantissimi), mi manca solo Ritorno a riverton manor

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela, si, gli intrecci, se pur hanno delle similitudini sono sempre ben strutturati e interessanti. Ritorno a Riverton Manor è a mio avviso stupendo, ma il finale di questo, so che avrebbe potuto fare di più! Buona giornata!

      Elimina
  4. Io della Morton ho letto "Il giardino dei segreti", un romanzo che ho molto apprezzato. "I segreti della casa sul lago" è in attesa di lettura, la tua sentita recensione mi dice che è arrivato, anche per me, il momento di leggerlo. La cover mi piace tantissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le Cover sono davvero belle, pur avendo sempre donne come soggetto. Dai, leggilo e poi fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina