Avrò cura di te- Gramellini, Gamberale
























Titolo: Avrò cura di te
Autore: Massimo Gramellini, Chiara Gamberale
Editore: Longanesi
Pagine: 250
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 16.00
Ebook: 8.99



Gioconda ha trentacinque anni e viene chiamata Giò, è una persona inquieta, di quelle che vogliono fare la rivoluzione, ha una storia complicata alle spalle e un unico amore: il suo ex marito Leonardo. Andando via di casa si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di sei mesi l'uno dall'altra. Il loro amore era forte, di quelli da prendere come esempio, e forse il caso o forse il destino, la notte di San Valentino, Giò trova un biglietto sgrammaticato che la nonna aveva scritto al suo angelo custode per ringraziarlo. Con l'animo in subbuglio di chi ha perso l'amore, la ragazza decide di scrivere anche lei al suo angelo con la "a" minuscola, che inaspettatamente le risponde...
...Filemone, comprende e ascolta Giò come mai nessun altro, nasce così uno scambio di pensieri intenso ed emotivo.
"Avrò cura di te" non è solo il titolo del libro ma è soprattutto la promessa che Filemone fa a Giò.
Questo romanzo è stato scritto a quattro mani da due autori che a mio parere sanno come parlare ai lettori, nonostante le critiche negative che si possono leggere a riguardo ho deciso di dargli una possibilità, devo ammettere che l'idea che l'angelo custode possa rispondere epistolarmente è alquanto assurda, ma sapete una cosa? Mi ha fatta star bene. Filemone con le sue parole non da esplicitamente a Giò le risposte che cerca ma la prende per mano e le fa ripercorrere i suoi sbagli, lui vede i suoi pensieri e legge il suo cuore, lei dal canto suo non potrà mai mentirgli, lo cerca per sapere come reagire ad un incontro improvviso e lo prega di raccontargli dei ritagli della sua vita terrena perchè Filemone è stato anche un uomo, di certo non uno con i calzini bianchi alla caviglia. Ha conosciuto un amore corrisposto ma non vissuto sopportando la delusione di vedere la sua amata sposa ad un altro uomo. Solo quando Giò riprenderà per mano il suo Leonardo, Filemone sarà libero di intraprendere il suo nuovo viaggio.
Mi sono immersa in questa lettura con il piacere di fantasticare il suo mio di Angelo Custode, chissà se starà scrivendo o leggendo con me adesso....



Commenti

  1. in genere non amo nelle storie le componenti sovrannaturali...per cui credo che non leggerò il libro, bella recensione comunque! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy!! E' stata una bella lettura, serena direi...

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari