lunedì 9 marzo 2015

La tentazione di essere felici-Lorenzo Marone

                                                                                                                                       



Titolo: La tentazione di essere felici
Autore: Lorenzo Marone
Editore: Longanesi
Pagine: 268
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 14.90
Ebook: 9.99

Cesare Annunziata ha settantasette anni, due figli e da cinque anni vive da solo nel suo appartamento da vedovo. Da molti è definito cinico e rompiscatole forse perché arrivi ad una certa età fregandotene degli altri e dei sogni a cui hai voltato le spalle. Le sue giornate potrebbero ripetersi noiose giorno dopo giorno, potrebbe scambiare qualche parola con la gattara Eleonora, con il suo amico di sempre Marino e con l'infermiera, accompagnatrice a pagamento Rossana. Ma Emma, lei entra nella sua vita inaspettatamente, così come i suoi occhi che portano dentro il peso di un grosso segreto.
Ho scritto più volte questa recensione, e più volte l'ho cancellata, volevo essere certa di riportare su carta la solitudine di Eleonora, la sua sordità e l'idea della sua casa piena di gatti, l'immagine di Marino, seduto davanti la televisione, che lascia scorrere il suo tempo, come se non fosse la sua vita a scivolargli dalle mani, la commovente fragilità di Emma, donna da accarezzare, da tenere sempre abbracciata per paura di perderla. " Quando il dolore altrui si avvicina troppo, cominci anche tu ad avvertire una fitta", e il dolore di Emma è ormai troppo vicino per permettere a Cesare di scansarsi e lasciarlo passare.
Cesare Annunziata queste persone le lega a se in un abbraccio collettivo, senza preoccuparsi di nascondersi dietro falsi perbenismi, spronando non solo loro, ma anche i suoi figli a guardarsi dentro e a trovare quel sottile filo che è la felicità, aiutandoli a legarselo al cuore.
Gran bel libro, lo consiglio a tutti coloro che vogliono perdersi in una lettura scorrevole e  piena di sentimento.

4 commenti:

  1. Cesare ha conquistato proprio tutti...davvero bellissimo, scritto perfettamente, questo libro, uno di quelli che tieni sul comodino e che ogni tanto senti il bisogno di sfogliare rileggendo qualche passo, una lettura che tu butta tra le braccia della felicità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuore, hai proprio ragione su tutto e personalmente credo che anche il modo scorrevole in cui è scritto abbia dato i suoi frutti, pensa la stessa storia allungata a non finire!!!Non sarebbe stato lo stesso...

      Elimina
  2. Bellissima recensione, felice che Cesare abbia lasciato il segno ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai che i tuoi complimenti fanno sempre piacere, specialmente quando alcune recensioni sono un pochino più difficili da scrivere, perché devi trovare il modo di esprimere l'anima del libro...e come si descrive l'anima?

      Elimina