martedì 31 marzo 2015

Marzo 2015

Scelti fra tanti


Oggi inizia una nuova rubrica mensile, "Scelti fra tanti" vi accompagnerà, anche se virtualmente nella mia libreria, fatta di libri cartacei, che adoro e preferisco, e in quella digitale.
Vi presenterò i libri che ho comprato, che ho ricevuto in regalo e che in un modo o nell'altro sono entrati di diritto a casa mia...


Te lo dico sottovoce-Lucrezia Scali-Romanzo auto pubblicato


Mia ha trent'anni, un pessimo trascorso con gli uomini e una madre che le organizza appuntamenti al buio. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma al mattino si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e coordina l'attività di pet therapy presso l'ospedale locale. 
Tuttavia nella vita di Mia sembra non esserci più spazio per l'amore. O, almeno, così pensava prima di conoscere Alberto, un affascinante medico, e Diego, un poliziotto che si è appena trasferito dalla Puglia. La freccia di Cupido riuscirà a colpire la persona giusta per guarire il cuore di Mia?

Ho comprato questo libro perché incuriosita dalla trama, aveva tutti gli argomenti utili per un buon romanzo, il prezzo era allettante, 0.99 e per adesso si trova solo in versione ebook...L'ho letto subito dopo averlo comprato e se vi incuriosisce potete leggerne la recensione (qui).




La casa di tutte le guerre-Simonetta Tassinari-Corbaccio


Una storia intensa, un romanzo sul passaggio da infanzia a età adulta, uno sguardo intenerito e profondo sugli affetti famigliari e su come possono cambiare nel tempo.
Quando le estati erano lunghe e le vacanze duravano tre mesi, Silvia le trascorreva a Rocca, in Romagna, insieme alla nonna inglese, che benché avesse sposato un notabile del luogo e vivesse da mezzo secolo nella villa più bella e più antica del borgo, era ancora «la signora» per tutti gli abitanti, altera e un po’ temuta fuorché dalla nipote che amava teneramente ricambiata. Giornate belle e tutte uguali, scandite dai giochi con i ragazzini del paese, le chiacchiere con la nonna e la governante, l’attesa dei genitori nel weekend, le letture nell'immensa soffitta piena di segreti… Ma l’estate del ’67 è destinata a rimanere per sempre impressa nella memoria: Silvia, quasi undicenne, fa amicizia con Lisa, la figlia del balordo del paese, selvatica e ribelle e insieme faranno un scoperta sconvolgente che cambierà per sempre la loro vita e il loro sguardo sul mondo di adulti che le circonda…
Questo è un libro consigliato da una cara amica, alla mia domanda:"Ma un libro bello bello, ma di quelli belli però", lei ha risposto con questo titolo, sarà per questo motivo fra le mie prossime letture.



Avrò cura di te-Massimo Gramellini, Chiara Gamberale-Longanesi




Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un’anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l’ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto, capace di fare vincere la passione sul tempo che passa: proprio quello che non è riuscito al matrimonio di Giò. La notte di San Valentino, festa che lei ha sempre ignorato, Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all'angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, ma anche il coraggio, di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo. Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. Poi rilancia. L’angelo non solo ha una fortissima personalità, ma ha un nome: Filèmone, ha una storia. Soprattutto ha la capacità di comprendere Giò come Giò non si è mai compresa. Di ascoltarla come non si è mai ascoltata. Nasce così uno scambio intenso, divertente, divertito, commovente, che coinvolge anche le persone che circondano Giò: il puntiglioso ex marito, la madre fricchettona, l’amica intrappolata in una relazione extraconiugale, una deflagrante guida turistica argentina, un ragazzino che vuole rinchiudersi in una comune... Uno scambio che indaga non solo le mancate ragioni di Giò: ma le mancate ragioni di ognuno di loro. Perché a ognuno di loro, grazie a Filèmone, voce dell’interiorità prima che dell’aldilà, sia possibile silenziare la testa e l’istinto. Per ascoltare il cuore. Anche e soprattutto quando è chiamato a rispondere a prove complicate, come quella a cui sarà messa davanti Giò proprio dal suo fedele Filèmone, in un finale sorprendente che sembrerà confondere tutto. Ma a tutto darà un senso.



Due autori che ho apprezzato decidono di scrivere un romanzo a "quattro mani", anche se parecchie recensioni non gli danno scampo, io decido di dargli una possibilità..vi farò sapere!!!




Novemila giorni e una sola notte-Jessica Brockmole-Nord




Cara figlia mia,

tu non hai segreti, ma io ti ho tenuto nascosta una parte di me. Quella parte si è messa a raschiare il muro della sua prigione. E, nel momento in cui tu sei corsa a incontrare il tuo Paul, ha cominciato a urlare di lasciarla uscire.
Avrei dovuto insegnarti come indurire il cuore; avrei dovuto dirti che una lettera non è mai soltanto una lettera. Le parole scritte su una pagina possono segnare l’anima. Se tu solo sapessi...
E invece Margaret non sa. Non sa perché Elspeth, sua madre, si sia sempre rifiutata di rispondere a qualsiasi domanda sul suo passato, limitandosi a mormorare: «Il primo volume della mia vita è esaurito», mentre gli occhi le si velavano di malinconia. Eppure adesso quel passato ha preso la forma di una lettera ingiallita, l’unica che Elspeth ha lasciato alla figlia prima di andarsene da casa, così, improvvisamente, senza neppure una parola d’addio. Una lettera che è l’appassionata dichiarazione d’amore di uno studente americano, David, a una donna di nome Sue. Una lettera che diventa, per Margaret, una sfida e una speranza: attraverso di essa, riuscirà infine a svelare i segreti della vita di sua madre e a ritrovarla?
Come fili invisibili, tirati dalla mano del tempo, le parole di David conducono Margaret sulla selvaggia isola di Skye, nell'umile casa di una giovane poetessa che, venticinque anni prima, aveva deciso di rispondere alla lettera di un ammiratore, dando inizio a una corrispondenza tanto fitta quanto sorprendente.
La portano a scoprire una donna ostinata, che ha sempre nutrito la fiamma della sua passione, che non ha mai permesso all'odio di spegnerla.
La guidano verso un uomo orgoglioso, che ha sempre seguito la voce del suo cuore, che non si è mai piegato al destino.
Le fanno scoprire un amore unico, profondo come l’oceano che divideva Elspeth e David, devastante come la tragedia che incombeva su di loro, eterno come i novemila giorni che sarebbero passati prima del loro incontro…
Salutato da critica e lettori come il libro-evento dell’anno, Novemila giorni e una sola notte è un inno struggente alla magia delle parole e alla forza di un amore così grande da superare il tempo e la lontananza. Perché se una lettera non è mai soltanto una lettera, un romanzo non è mai soltanto un romanzo. È lo specchio della nostra vita.

Nella mia lista dei desideri o wishlist che dir si voglia e finalmente nella mia libreria, ammettiamolo, la cover non è accattivante ma la sinossi mi fa sperare in una bella lettura!

venerdì 27 marzo 2015

Te lo dico sottovoce-Lucrezia Scali




Titolo: Te lo dico sottovoce
Autore: Lucrezia Scali
Editore: Lucrezia Scali (auto pubblicazione)
Genere: Romanzo rosa
Ebook: 0.99


Mia è una giovane veterinaria, ha trent'anni e un grosso cagnolone di nome Bubu, con le orecchie pendenti e la pancia bianca, attualmente non ha un fidanzato e sembra che nella sua vita non ci sia spazio per l'amore. Oltre a gestire la sua clinica veterinaria insieme alla sua carissima amica Fiamma e il suo collega Antonio, coordina l'attività di Pet Therapy presso l'ospedale locale.
Il personaggio di Mia è ben costruito, è una ragazza sensibile e lo si nota non solo nei suoi pensieri o negli atteggiamenti ma anche nel modo di relazionarsi con le altre figure emerse dalla penna di Lucrezia Scali. Ho molto apprezzato l'idea di inserire nella storia la Pet Therapy come fonte di benessere per i bambini, non solo perché adoro gli animali, ma perché credo fermamente nei benefici terapeutici e morali che quest'attività porta a soggetti con particolari disturbi o patologie. Non nego che avrei apprezzato se a questa parte del romanzo fosse stata data qualche attenzione in più, come qualche attenzione in più l'avrei preferita anche nei confronti del personaggio del ragazzino autistico, si scrive dei suoi lievi miglioramenti dovuti al contatto con i cani, ma poi ho come l'impressione che venga messo in secondo piano. Ecco, poteva essere una delle tante possibilità per far conoscere al lettore qualcosa in più riguardo al disturbo specifico senza per forza cadere nella branca medica, psicologica , ecc...Altro argomento che ho molto apprezzato è stata la collaborazione fra la clinica veterinaria e la polizia, anche qui si aprono delle parentesi sulle lotte fra cani e i maltrattamenti. In questa fase Mia conosce Diego, bello, poliziotto e amante delle belle donne, uomo di cui Mia, generalmente starebbe alla larga, lo conosce nello stesso periodo i cui incontra Alberto, uomo affidabile, medico, distinto e di buona famiglia. Chi sceglierà si intuisce da subito ed è questa la nota negativa del romanzo. La storia d'amore, scontata e prevedibile, prevale su quelli che secondo me sono i punti forza del romanzo, la Pet Therapy come terapia per il benessere dei bambini e la lotta al maltrattamento con conseguente rieducazione del cane.
So di essere stata forse troppo critica nei confronti di questo romanzo, ma sono temi  e realtà di vita a cui io tengo molto.
Nel complesso è una lettura piacevole, la prosa scorre veloce e i personaggi ben descritti.

giovedì 26 marzo 2015

Il mistero di Venerdì Santo-Antonio Sobrio


Titolo: Il mistero di Venerdì Santo
Autore: Antonio Sobrio
Editore: Youcanprint
Pagine: 256
Genere: Gialli, Mistery, Noir
Prezzo: 15.00
Ebook: 1.99

Procida, la più piccola isola del golfo di Napoli. Venerdì santo, giorno della Processione dei misteri. Una persona scompare. Quattro suoi amici, tre uomini ed una donna, sono alla ricerca del suo corpo, in un'avvincente percorso attraverso sotterranei, catacombe, l'ex carcere abbandonato, tra arte, cultura, storia e mistero, in un misto tra sacro e profano, con sullo sfondo le straordinarie bellezze dell'isola.


Antonio Sobrio, educatore procidano di trentotto anni, con la passione per la scrittura che lo ha portato già a scrivere vari romanzi di formazione auto pubblicati con Il mio libro (Il Governo terrestre, "Come Michael Jackson?", Aspirante Messia e Salvare il pianeta o contribuire a distruggerlo?), oltre a pubblicare una raccolta di poesie con Libro Italiano, Orizzonti 6, un racconto sulla raccolta Procida blues, ballate del mare salato, edita da Il Denaro ed a curare il libro Maria, storia di una donna procidana edito da Edizioni Fioranna, attualmente in ristampa nella versione contenente anche la traduzione in francese. Ha inoltre scritto due romanzi disponibili gratuitamente on line su Facebook: La chiusura del cerchio ed Il segreto dell'aldilà. 


Come qualcuno di voi già sa, io non leggo gialli, thriller e libri che mi possono in qualche modo provocare tachicardia, perciò vi lascio il link del booktrailer e giro a voi la domanda, lo avete letto? Conoscete questo autore?



mercoledì 25 marzo 2015

Orgoglio e Pregiudizio-Jane Austen

Incontri Fugaci 

Inizia oggi una nuova rubrica a cadenza settimanale, vorrei mantenerla sempre di mercoledì.
Ogni settimana vi proporrò una citazione, l'idea mi è venuta perché leggo citazioni ovunque, ma in realtà, poi ne discutiamo mai? Ecco, se vi va questa è l'occasione giusta...

"Ho lottato invano. E' inutile. I miei sentimenti non possono essere soffocati. Dovete permettervi di dirvi che vi ammiro e vi amo ardentemente".




Sicuramente molti di voi hanno già riconosciuto questa citazione, l'incontro fugace di oggi è tratto dal famosissimo "Orgoglio e Pregiudizio", a pronunciare questa dichiarazione d'amore è Mr Darcy, uomo all'apparenza orgoglioso e arrogante ma di cui è impossibile non volerne sapere di più. A riceverla è Elizabeth Bennet, ragazza bella e intelligente, che udendo quelle parole arrossisce e tace dubitandone la veridicità...Non vi racconto altro per paura di svelare troppi particolari!

E voi, avete letto "Orgoglio e Pregiudizio"? Cosa ne pensate?

martedì 24 marzo 2015

I Rami del Tempo-Luca Rossi



Titolo: I Rami del Tempo
Autore: Luca Rossi
Editore: Createspace
Pagine: 158
Genere: Fantasy
Prezzo: 8.74
Ebook: 0.99


Dall'autore di Energie della Galassia... 

Una pioggia di schegge stermina il popolo dell’isola di Turios. Si salvano Bashinoir, gravemente ferito, sua moglie Lil e la sacerdotessa Miril. Vorrebbero dare degna sepoltura ai propri cari, ma i cadaveri sono scomparsi. L’unica speranza di salvezza risiede nelle protezioni magiche del Tempio. Tuttavia devono far fronte a minacce oscure. Un’ombra infesta i loro cuori per dividerli e distruggerli. I loro corpi sembrano perdere sempre più consistenza. Alla vicinanza tra le due donne si contrappone il sempre più marcato isolamento di Bashinoir. 

Nel regno di Isk, maghi e consiglieri devono sottostare all'insaziabile ingordigia di sesso, guerra e potere di re Beanor. L’ultima delle sue giovani mogli, tuttavia, non si dà pace per la libertà e l’amore perduti. Potranno i giochi e gli inganni sotto le lenzuola essere la chiave di svolta di una guerra millenaria? 


Ricerca, scienza, fantascienza, fantasia ed alta tecnologia sono i mondi che Luca Rossi vive e trasferisce nelle proprie opere letterarie. Crede nel Web come mezzo in grado di avvicinare gli individui e rendere il mondo un luogo più aperto, giusto e democratico. Pubblica nel 2013 Energie della Galassia, raccolta di racconti ambientati in un universo che vede mosso non solo dalle leggi della fisica, ma da quelle altrettanto vere dell'eros, della passione, del desiderio e dello spirito. Nasce a Torino il 15 aprile 1977. Gli piace andare in bicicletta, passeggiare nella Natura e dedicare la maggior parte del tempo libero alla famiglia.

Oggi la sinossi riguarda un fantasy, vi lascio il link dove si può scaricare l'estratto del libro e se lo avete già letto, fatemi sapere com'è!

lunedì 23 marzo 2015

Ogni giorno come se fossi bambina-Michela Tilli



Titolo: Ogni giorno come se fossi bambina
Autore: Michela Tilli
Editore: Garzanti
Pagine: 254
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 14.90
Ebook: 9.99


Ad ottant'anni Argentina si rivede ancora bambina, anche se i suoi capelli, un tempo corvini, sono adesso di color argento, attende con ansia quella sorpresa che le cambierà la giornata, quella sorpresa che è anche un segreto da non rivelare a nessuno. Arianna entra nella sua vita per punizione, ha sedici anni e si sente goffa per via del suo peso, è insicura, da farle da scudo ci sono solo i suoi libri e il suo computer. Non avrebbe mai voluto far compagnia ad Argentina, non solo a causa del suo carattere autoritario ma soprattutto per la sua schiettezza pungente. Ma quando la ragazza scopre il segreto della donna, qualcosa inizia ad unirle, quelle lettere che Arianna ha violato portano scritta dentro una storia d'amore, quella di Argentina e Rocco, che ancora giovani si scambiavano occhiate fugaci in chiesa. Questo sentimento cresce fra le vie del paese di cui, anche se ormai vecchia, Argentina ne ricorda i profumi e i sapori.
Ho trovato questo romanzo molto tenero, se Argentina è una donna forte e allo stesso tempo fragile  a causa della sua età, ma volenterosa di provare ancora emozioni, Arianna è l'insicurezza fatta persona, lei le emozioni deve imparare a gestirle, si sente schernire dai compagni, dalle persone che la osservano e persino sua madre tende a farle pesare la sua condizione, questi atteggiamenti la portano a chiudersi nel suo mutismo e a non fare domande. Anche se così diverse le loro vite sono ormai legate. Decideranno così di intraprendere il viaggio che riporterà Argentina a Grassano, condivideranno l'emozione di salire su per il paese percorrendo quei tornanti che hanno l'abilità di farlo sparire e riapparire, rimetteranno poi piede nella Chiesa Madre dove gli sguardi di Rocco hanno fatto innamorare Argentina.

" Il paesaggio, mentre salivamo in macchina, aveva qualcosa di familiare, ma poi aveva perso il contatto. Di certo era cambiata lei, e forse era già abbastanza. In quel posto, che era al centro dei suoi ricordi, pareva che i ricordi non affiorassero più"

L'accoglienza a Grassano è festosa e la scrittrice ricostruisce le abitudini tipiche dei piccoli paesi che già sanno tutto di te prima ancora di varcarne la soglia ma a cui non puoi scappare per sempre perché
come una brava madre sono pronti a riabbracciarti e accoglierti, lasciandoti addosso quel profumo di buono.

NOTA: Di solito non lo faccio, ma questa volta ho deciso di inserire a fine recensione delle foto del paese di Grassano, dopo aver finito il libro la curiosità ha avuto la meglio, ed ho cercato...volevo vedere questo paese della provincia di Matera, Michela Tilli descrive per bene il momento in cui Argentina e Arianna lo vedono per la prima volta e credo che l'immagine che gli si presentò davanti fu più o meno la stessa di questa foto, tutte le case strette insieme sull'altura della collina ad aspettare il suo ritorno, con la Chiesa Madre che conserva il ricordo degli sguardi dei due ragazzi...





giovedì 19 marzo 2015

Liebstern Award 2015

LIEBSTERN AWARD 2015


Vi starete chiedendo? Cos'è? Bene, è un premio conferito ai blogger da altri blogger (scusate il giro di parole) in modo da farsi conoscere nella rete e fare a loro volta un pochino di pubblicità a quei posti che virtualmente ci tengono compagnia.



Ringrazio Salvia di "Desperate Bookswife" per avermi pensata, conosciuta grazie a qualche amica in comune ed entrata nelle mie simpatie per "aver respirato l'aria d'Africa".

Le regole per partecipare al Liebsternaward sono semplici:
Ringraziare il blog che ti ha nominato;
Nominare altri dieci blog;
Porre dieci domande;
Comunicare ai blog scelti la nomination.

Ma ecco le mie risposte alle domande di Salvia:

1) Ciao Nunzia, so che sei amica di Stefy, la ragazza che annusava i libri. Leggere costantemente il suo blog ti ha dato la spinta, oppure avevi intesta questo progetto già da un po'?
 Conosco Stefania da anni, abbiamo condiviso qualche esperienza lavorativa insieme, non poteva capitarmi compagna più azzeccata! Ho sempre letto le paginette di Stefy e di conseguenza il suo blog, già qualche amico mi aveva invitata ad aprire un posticino tutto mio ma la vera spinta in realtà è arrivata dall'iniziativa del Lotto Reading Challenge, quindi siete tutte un pò colpevoli!

2) Quali difficoltà hai incontrato durante questi giorni? Più tecniche (html, codici, ecc) o più legate alla stesura degli articoli?
Le mie difficoltà sono tecniche, il continuo clicca, imposta, sposta, etichetta, non mi da tregua, vorrei rifare il look al blog, sperando di semplificarmi la vita.

3) Che emozione hai provato quando ti è arrivata la notifica del primo commento ricevuto?
Ero sicuramente felice, qualcuno dava importanza a ciò che avevo scritto, ma ogni commento è come il primo;

4) Avere a che fare con persone che non conosci che ti scrivono, che commentano i tuoi post, che impressione ti fa?
Mi lascia sempre stranita, penso a come è semplice esprimere un'opinione;

5) In un futuro ti piacerebbe sviluppare delle rubriche o preferisci attenerti alle recensioni? 
Svilupperò sicuramente delle rubriche, ho già dato spazio agli scrittori emergenti pubblicando le sinossi dei loro libri ma le recensioni resteranno la base del blog, mi sto concentrando su quelle per fornire ai lettori una vasta scelta, per fargli conoscere il mio modo di scrivere;

6) Quali sono i generi che prediligi?
 Io prediligo la narrativa contemporanea, mi piacciono i bei romanzi che ti tengono incollata alle pagine e adoro Kate Morton, lo ripeterò fino alla nausea, non leggo i thriller, è uno scoglio che credo non possa mai superare;

7) Ti piace sperimentare, oppure ti definiresti classica?
 Una classica sperimentatrice, si, ogni tanto mi piace cambiare, ma mai stravolgere le abitudini libresche;

8) Libropoatia. E' stato un fulmine a ciel sereno oppure una scelta studiata?
 Libropatia è stato un fulmine a ciel sereno, così come il suo nome, non ci ho pensato più di tanto, mi sono buttata sperando di poter dedicarmi nel migliore dei modi;

9)  Il tuo approccio con i libri è cambiato dopo aver aperto un blog, oppure quando ti rechi in libreria a fare acquisti non noti nessuna differenza?
Il mio rapporto con i libri non è cambiato, in libreria ci sto bene, si può dire che ci ho vissuto due anni dentro e varco la soglia sempre con la stessa curiosità di scoprire qualche autore di cui non ho letto nulla;

10) Io, da quando scrivo recensioni, ho notato questo: il romanzo mi entra dentro sul serio, finché non ho scritto il commento, almeno su carta, mi sembra di non aver terminato quell'avventura. Capita anche anche a te?
Io ho notato che quando un romanzo mi ha presa sul serio sono impaziente di scriverne la recensione per non raffreddare i sentimenti e le impressioni che ho provato leggendolo, allo stesso modo, se chiudo un romanzo e non mi va di recensirlo....beh, siamo sulla strada sbagliata!

Grazie ancora per la chiacchierata e a prestissimo!!!!!!

Nemmeno io conosco dieci blogger da nominare, ma ne posso nominare due, uno è " A proposito di Ginsberg", il suo autore è stato tra i miei primi lettori fissi e l'altro è " Antonella Iuliano autrice", perché proprio il suo, perché anche lei mi ha seguita da subito condividendo le mie parole con i suoi lettori..
Adesso vi tartasso con le mie dieci domandine...

1) Perché le persone dovrebbero soffermarsi a leggere il tuo blog?
2) Quanto tempo gli dedichi?
3) Cosa ti ha spinto a creare questo angolino tutto tuo?
4) Cosa non sopporti in un romanzo?
5) In base a quali caratteristiche consigli i libri ai tuoi amici? (perché lo fai, lo so!)
6) Leggi di tutto o selezioni i tuoi titoli?
7) Come si potrebbero convincere le persone a leggere di più?
8) Che consiglio daresti ad una persona a cui piacerebbe aprire un blog?
9) Da qui a qualche anno ti vedi ancora davanti questo monitor a pubblicare post e recensioni?
10) Il tuo rapporto con il mondo virtuale è migliorato?

 Nunzia

mercoledì 18 marzo 2015

Un uso qualunque di te-Sara Rattaro



Titolo: Un uso qualunque di te
Autore: Sara Rattaro
Editore: Giunti
Pagine: 208
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 12.00
Ebook: 3.99


Viola , Carlo e la loro figlia diciassettenne Luce, formano una famiglia serena. Viola è una moglie e una mamma distratta ma non ha di che preoccuparsi perché al suo fianco ha Carlo, uomo su cui si può contare, innamorato e sempre pronto ad inventare delle scuse per far apparire sua moglie una persona migliore di quella che in realtà è veramente. Ama la sua famiglia in modo incondizionato, trascorre ore con Luce e lei si confida con lui, il suo amico, la sua spalla forte, le loro risate risuonano in casa escludendo momentaneamente Viola dal loro mondo.
Ma una notte di fine primavera la serenità di questa famiglia viene interrotta. Viola non è nel suo letto, al fianco di suo marito, ma lui la cerca, devono correre in ospedale e farsi accecare da quei fastidiosi neon perché Luce ha fatto una bravata che potrebbe costarle la vita. Ed ecco la "corsa contro il tempo", la cruda verità che il chirurgo svela a Carlo e i rimpianti di Viola, tutto viene a galla, le emozioni passate riaffiorano nel suo cuore e i ricordi le riempiono la testa. Bisogna trovare una soluzione, come può riscattarsi come donna e come mamma, riparare agli sbagli commessi, alleviare la sofferenza di un uomo che non la meritava ma che l'amava con tutto se stesso?
Sara Rattaro ci racconta una storia d'amore, in cui l'amore ha diverse sfaccettature. Lo fa con un modo di scrivere diretto, preciso e scorrevole, in cui i personaggi prendono corpo e si arricchiscono di quell'anima che l'autrice ha saputo donargli.

Libro consigliato!!! Bello, bello, bello!

lunedì 16 marzo 2015

La verità, vi spiego sull'amore-Enrica Tesio



Titolo: La verità, vi spiego sull'amore
Autore: Enrica Tesio
Editore: Mondadori
Pagine: 236
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 16.00
Ebook: 7.99


Dora vive in un appartamento torinese con i suoi due tenerissimi bambini e il tato Simone, poeta-bidello, basso, barbuto, fumatore di sostanze ispiratrici. Il marito di Dora si chiama Davide e l'ha lasciata da tre mesi, per fortuna che c'è Sara, amica con cui fare quattro risate e spettegolare su Saibubu, la stravagante vicina che ha lasciato temporaneamente l'appartamento al fratello Enea.
La verità, vi spiego sull'amore è un romanzo sincero e ironico, Dora è piena di vita e ho dovuto soffocare le risate per paura di svegliare mia figlia quando mi sono imbattuta nella descrizione delle varie tipologie di mamma e di papà al parco. Il papà Ambra Angiolini (quello attaccato al telefono con la moglie che chiede costantemente consigli) esiste veramente, l'ho avuto a fianco nel reparto pannolini qualche giorni fa. L'ironia del romanzo si alterna alla sincerità delle vicende che credo accomunino tutte le mamme con bimbi piccoli, la stanchezza, la voglia di una boccata d'aria fresca, l'odore dei propri figli e gli abbracci accomunati dal desiderio di tenerli stretti per sempre.

" Nella vita vera una madre non riposa. Si dice che Dio sia padre e infatti il settimo giorno si è riposato. Una madre no"


Lo consiglio in particolar modo alle mamme che credono di non riuscire a far tutto!

sabato 14 marzo 2015

Anna storia di un palindromo-Francesco D'Isa



Titolo: Anna storia di un palindromo
Autore: Francesco D'Isa
Editore: Effequ
Pagine: 208
Prezzo: 13.00

Anna, in seguito a un fortuito errore durante un'operazione di neurochirurgia, non riesce più a parlare del proprio passato: ogni volta che è chiamata a farlo si esprime con un linguaggio onirico, privo di riferimenti comprensibili. Ezio, brillante neurologo responsabile dell'errore chirurgico, è colpito e amareggiato dalla patologia di Anna. I due si frequentano, si innamorano, ma il mistero della donna persiste, e diventa per il medico un'irrinunciabile ossessione: più si avvicina all'enigma, più questo si nasconde  dietro  una  fitta  rete  di coincidenze. È Anna a non saper comunicare il proprio passato o è Ezio a non saperlo comprendere? Gli amanti si inseguono dall'Italia e Berlino, tra sospetti, eminenti psichiatri e rapporti epistolari, correndo affiancati, come rette parallele, a costruire la storia di un amore impossibile, cercando il senso della solitudine tra le pieghe della psiche; per scoprire che la loro storia si può leggere da una parte o dall'altra, proprio come un palindromo.

“ «Allora vediamo» aggiunse Ezio «questo circa un anno fa. Mentre, diciamo, venti anni fa? Mi diresti un ricordo di allora?»
Anna rispose.
«Era l’ora del serpente». „

Francesco D'Isa (Firenze, 1980), laureato in Filosofia, si avvicina come autodidatta all'arte visiva. Redattore e co-fondatore della rivista fiorentina d'arte e letteratura Mostro, attalmente le sue opere vengono pubblicate in libri e riviste in Italia, hanno vinto numerosi premi e sono state esposte in gallerie d'arte in Europa, USA, Giappone, Russia e Sud America. Nel 2007 ha dato vita al collettivo internazionale di artisti e porno star Pornsaints (www.pornsaints.org). Dal 2010 scrive per testate online tra cui il Post (Italy) e RT Books Review (USA). Ha pubblicato il romanzo illustrato I. (Nottetempo, 2011), racconti in Selezione Naturale (Effequ, 2013) e Toscani Maledetti (Piano B, 2013), il breve fumetto Liebe macht nicht frei, baby (Retina Comics, 2013)

Ecco un'altra sinossi per quanto riguarda la rubrica degli scrittori emergenti, io non ho letto il libro, ma se voi lo avete fatto fatemi sapere le vostre impressioni!

giovedì 12 marzo 2015

Ma le stelle quante sono-Giulia Carcasi



Titolo: Ma le stelle quante sono
Autore: Giulia Carcasi
Editore: Feltrinelli
Pagine: 232
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 8.00
Ebook: non disponibile


Ma le stelle quante sono è la storia di due adolescenti, Carlo e Alice, frequentano la stessa classe e la loro è un'amicizia fatta di sguardi. Carlo è il classico ragazzo imbranato che cerca di dire la cosa giusta per attirare l'attenzione e Alice è una ragazza che si sente diversa, lei non fuma, non va a letto con il primo che capita, scrive le "favole del risveglio" e sogna, sogna di poter contare le stelle pensando a quella che era la sua famiglia, la stessa che si sta sgretolando sotto i suoi occhi.
Il libro ha una struttura particolare, è diviso in due, ciascuna parte racconta la vicenda dal punto di vista del protagonista. Ho trovato la parte riguardante Alice più coinvolgente rispetto a quella di Carlo (forse perchè sapevo già come sarebbe andata a finire).
Credo che il libro sia ben scritto, si ha la continua contrapposizione di "ciò che il protagonista vuole dire" rispetto a "ciò che dice veramente", quindi leggendolo bisogna fare un pò d'attenzione.
Tutto sommato una lettura piacevole (se si legge a 32 anni, la mia età), gli adolescenti ne andrebbero pazzi.

Consigliato ai giovani lettori

La gente felice legge e beve caffè-Agnes Martin Lugand
























Titolo:La gente felice legge e beve caffè
Autore: Agnes Martin-Lugand
Editore: Sperling e Kupfer
Pagine: 202
Genere: Romanzo straniero
Prezzo: 9.90
Ebook: 6.99

Diane è una giovane donna che che perde marito e figlia in un incidente stradale. Ogni momento della sua vita è fatto di ricordi, dolore e rimpianti.
Al suo fianco ha solo il suo amico Felix, a cui confida la decisione di andare in Irlanda, a Mulranny, per un periodo di tempo. Qui incontra una coppia adorabile con un nipote burbero e affascinante (scoprirà poi essere il suo vicino di casa) che riuscirà a riportarla alla vita.
E' un libro di facile lettura, la scrittura è scorrevole ma leggendolo mi chiedevo :"Perchè lo hanno intitolato così?" La gente felice...è il nome del caffè letterario che Diane gestisce( anche male) con Felix, viene nominato sporadicamente e non ci sono accenni delle persone che lo frequentano o dei libri che contiene.
Diane è una protagonista ben descritta, così com'è descritto bene il suo dolore ma i dialoghi fra lei e il bel vicino sono inverosimili, non fanno altro che fumare (la parola "sigaretta" è ripetuta un numero imprecisato di volte) e sbattersi le porte in faccia.
Il finale lascia molto all'immaginazione.
In poche parole: "Libro banale!"



mercoledì 11 marzo 2015

Borgo Propizio-Loredana Limone



Titolo: Borgo Propizio
Autore: Loredana Limone
Editore: Tea
Pagine: 289
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 9.00
Ebook: 6.99


Belinda ha deciso di ripartire da Borgo Propizio, aprirà la sua latteria, compresa di mattonelle con le mucchette disegnate, nel centro di questo piccolo paesino un po decadente e romanticamente malinconico, poco importa se la leggenda del Borgo vuole che proprio quel negozietto sia infestato dal fantasma del Castelluccio. A darle man forte è la zia Letizia, sprintosa vecchietta tuttofare che non perde occasione di pensare al suo idolo paragonandolo ad ogni persona di sesso maschile. In questo paesino fatto di poche anime tutti sanno tutto ed è per questo motivo che non sfugge a nessuno l'inizio della storia d'amore fra Ruggero e Mariolina, i pettegolezzi nascono in un punto preciso per poi snodarsi e rincorrersi fra le stradine del Borgo, le orecchie pronte a raccoglierli sono tante e le bocche pronte a riportarli a nuova vita fremono per le novità.
Insomma, Borgo Propizio è un romanzo fresco, ironico e divertente, le vie del pease prendono vita sotto i nostri piedi, facendoci ammirare la vetrina di " Fili fatai dal 1888", conducendoci nelle case dei borghigiani che non ci guardano con sospetto, ma che ci accolgono con calore, fino a farci risalire proprio li, fino al Castelluccio dove la leggenda inizia.
Loredana Limone è riuscita a creare non solo un libro, ma un intero Borgo da visitare anche solo per qualche ora non spostandosi da casa.
Libro consigliato!

I Blog che seguo


http://laragazzacheannusavailibri.blogspot.it/






http://lalibridinosa.blogspot.it/





http://incantodeilibri.blogspot.it/

lunedì 9 marzo 2015

La tentazione di essere felici-Lorenzo Marone

                                                                                                                                       



Titolo: La tentazione di essere felici
Autore: Lorenzo Marone
Editore: Longanesi
Pagine: 268
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 14.90
Ebook: 9.99

Cesare Annunziata ha settantasette anni, due figli e da cinque anni vive da solo nel suo appartamento da vedovo. Da molti è definito cinico e rompiscatole forse perché arrivi ad una certa età fregandotene degli altri e dei sogni a cui hai voltato le spalle. Le sue giornate potrebbero ripetersi noiose giorno dopo giorno, potrebbe scambiare qualche parola con la gattara Eleonora, con il suo amico di sempre Marino e con l'infermiera, accompagnatrice a pagamento Rossana. Ma Emma, lei entra nella sua vita inaspettatamente, così come i suoi occhi che portano dentro il peso di un grosso segreto.
Ho scritto più volte questa recensione, e più volte l'ho cancellata, volevo essere certa di riportare su carta la solitudine di Eleonora, la sua sordità e l'idea della sua casa piena di gatti, l'immagine di Marino, seduto davanti la televisione, che lascia scorrere il suo tempo, come se non fosse la sua vita a scivolargli dalle mani, la commovente fragilità di Emma, donna da accarezzare, da tenere sempre abbracciata per paura di perderla. " Quando il dolore altrui si avvicina troppo, cominci anche tu ad avvertire una fitta", e il dolore di Emma è ormai troppo vicino per permettere a Cesare di scansarsi e lasciarlo passare.
Cesare Annunziata queste persone le lega a se in un abbraccio collettivo, senza preoccuparsi di nascondersi dietro falsi perbenismi, spronando non solo loro, ma anche i suoi figli a guardarsi dentro e a trovare quel sottile filo che è la felicità, aiutandoli a legarselo al cuore.
Gran bel libro, lo consiglio a tutti coloro che vogliono perdersi in una lettura scorrevole e  piena di sentimento.

domenica 8 marzo 2015

I due volti di Nuova Delhi- Annarita Tranfici



Titolo: I due volti di nuova Delhi
Autore: Annarita Tranfici
Editore: Lettere animate
Pagine:12
Prezzo: 0.80

Sinossi: "Mani che si sfiorano e baci casti incapaci di nascondersi da sguardi perfidi e pericolosi. Desideri pressanti nel petto, spie di sentimenti a cui non è concesso veder brillare la luce del sole. Un fiore puro esposto alle intemperie, facile preda della gelosia e dell'invidia di cuori malati.

Una storia la cui dolcezza si perde in un pomeriggio come tanti che svela i volti di una Nuova Delhi con due anime; un lembo di terra in cui la sacralità confina con la perversione, in cui moralità e amoralità si intrecciano lasciando all'anima che si muove in questo teatro, tanta amarezza e rassegnazione."

Annarita Tranfici è una scrittrice emergente che si dedica con passione alla stesura di brevi racconti, io non ho letto le sue opere, ma vi lascio il link se volete farci un salto e leggere l'estratto di " I due volti di Nuova Delhi"


Grazie, e se vi va, fatemi sapere cosa ne pensate....

I segreti di mio marito- Liane Moriarty



Titolo: I segreti di mio marito
Autore: Liane Moriarty
Editore: Mondadori
Pagine: 369
Genere: Romanzo Straniero
Prezzo: 17.00
Ebook: Non disponibile


Cecilia Fitzpatrik è una donna di successo, ha una bella casa, un marito di cui è innamorata e tre bellissime figlie. La su vita è ordinata come la sua dispensa grazie ai contenitori Tupperware di cui è rappresentante. Suo marito, uomo attraente e gentile, viaggia spesso, e proprio mentre l'amato è all'estero Cecilia si ritrova fra le mani una lettera scritta da lui e indirizzata ovviamente a lei, con su scritto: "Da aprire soltanto dopo la mia morte". Cecilia non ha ombre perciò dopo un lungo pensare decide di aprirla sulla base di alcuni comportamenti di suo marito che tutto ad un tratto le appaiono strani.
Nello stesso quartiere la vita va avanti anche per altre due donne:
Rachel, anziana nonna a cui è stata uccisa una figlia e che lavora come segretaria presso la scuola elementare S. Angela;
Tess, moglie e collega del suo Will che vive praticamente in simbiosi con sua cugina.
I segreti di mio marito è un libro scorrevole e molto piacevole, l'autrice scava nel vissuto dei personaggi facendone risaltare le debolezze e gli errori portandoci a pensare:" e se fosse andata così?"
A questo punto vi chiederete come farà una semplice lettera, letta nel momento sbagliato, a far intrecciare la vita di queste tre donne ...
...Vi lascio con questa curiosità.

Libro consigliato!


Tutta colpa della neve ( e anche un pò di New York)- Virginia Bramati



Titolo: Tutta colpa della neve ( e anche un pò di New York)
Autore: Virginia Bramati
Editore: Mondadori
Pagine:260
Genere: Romanzo rosa
Prezzo: 14.00
Ebook: 4.99


Annalisa Molinari è per gli amici "Sassi", ha 26 anni, è di Verate ma si trasferisce a Milano dove divide l'appartamento con Alessandra e Francesco, due cari amici, che hanno un ruolo importante per tutto il romanzo. Sassi è ironica, sincera e tenace. Proprio la sua tenacia l'ha portata a fare pratica in uno dei più importanti studi legali di Milano. Chi tiene le redini dello studio è Max, ricco, affascinante e con due grandi occhi azzurri, da poco rientrato da New York per prendere il posto del padre.
La lettura di questo libro è scorrevole e ironica, Sassi è la ragazza che non filtra i suoi pensieri, che fa le cose seguendo il suo istinto e fregandosene delle etichette. Credo di non svelare niente se dico che si capisce fin da subito che il romanzo evolve in "storia d'amore" fra lei e Max (in fondo chi potrebbe resistere al bel tenebroso a capo dell'ufficio?), pur senza colpi di scena, sono stata curiosa di scoprirne il lieto fine rendendomi conto di aver passato delle ore spensierate insieme ai suoi personaggi.
nella sua semplicità è un libro delizioso.

La misura della felicità- Gabrielle Zevin




Buon pomeriggio lettori! 
Pronti ad entrare nella libreria di Alice Island?












Titolo: La misura della felicità
Autore: Gabrielle Zevin
Editore: Nord
Pagine: 313
Genere: Romanzo straniero
Prezzo: 16.00
Ebook: 7.99


A.J. Fikry è il proprietario di Island Books, l'unica libreria di Alice Island, ma è anche un uomo scontroso e irascibile a causa della morte della moglie (indovinate com'è morta? si, incidente stradale, muoiono quasi tutti così). E' insofferente verso tutti gli abitanti della piccola isola dove vive, compresi i pochi clienti che gli sono rimasti, capaci solo di lamentarsi.

Dopo la morte della moglie, solo una cosa ha valore per lui: il Tamerlano ( poema epico di Edgar Allan Poe, pubblicato per la prima volta nel 1827 in sole 50 copie. Poe la firmò con lo pseudonimo A Bostonian "Un bostoniano"). Una sera però tutto cambia, il suo tesoro è sparito e rientrando in libreria, A.J. trova una bambina che gironzola curiosando nel reparto dedicato all'infanzia, più in là, il suo amico Elmo e un biglietto scritto dalla madre :

" Questa è Maya, ha due anni, voglio che diventi una lettrice e che cresca in mezzo ai libri. Io non posso più occuparmi di lei."

A.J. decide di adottarla, non immaginando che quella bambina gli sconvolgerà l'esistenza (così come solo i bambini sanno fare). Maya è istintivamente attratta dai libri, dal loro odore, dalle copertine vivaci e grazie a lei, A.J., non solo scoprirà le gioie dell'essere padre, riscoprirà con piacere il suo lavoro e avrà il coraggio di innamorarsi ancora.
La misura della felicità è un libro dolce, caldo e accogliente. La piccola libreria fa da teatro e gli attori si muovono talmente bene fra le sue mura tanto da sembrare reali. Leggendolo ho notato che l'autrice non si sofferma a descrivere alcune vicende"critiche" e "importanti" questa decisione mi è piaciuta. Sai che è accaduto e sai che accadrà senza troppo girarci intorno.

Dovrebbero esistere librerie come Island books e dovrebbero esistere librai di qualità come A.j.
Lo consiglio.






Charlotte- Antonella Iuliano







Titolo: Charlotte
Autore: Antonella Iuliano
Editore: La Caravella
Pagine: 240
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 13.00
Ebook: non disponibile


Charlotte è all'apparenza una ragazza comune, ma ama perdersi nei suoi pensieri, vagare con la fantasia. Qualcosa le bussa dentro, ma non sa cosa. Arriva nella vita di tutti un momento in cui si cambia, si prende in mano la propria vita e si decide di dar retta a qual "qualcosa" che cerca di attirare la tua attenzione da ormai troppo tempo. Per Charlotte quel momento arriva quando si imbatte in "Cime tempestose", ne è rapita, vuole conoscere la vita della sua scrittrice e delle sue sorelle, le sorelle "Bronte". Questa sete di conoscenza la porterà a stringere rapporti di amicizia con una donna, la signora Cloe, il cui passato è rinchiuso in delle pagine che stanno ingiallendo. La sua nuova amica le farà scoprire il valore della letteratura, le farà conoscere donne che vivono ancora oggi attraverso i loro romanzi.

Nel libro troviamo riferimenti a grandi classici della letteratura e a grandi scrittrici e Charlotte, la protagonista, è come se volesse condividere le sue letture non solo con la signora Cloe, ma anche con noi. E' come se ci dicesse: "Leggi anche tu Jane Eyre, è stupendo!". Noi siamo con le due donne dentro quel salotto, a decidere insieme quale libro prendere dalla libreria e iniziamo a sfogliarlo, a leggerlo e a sottolinearne le citazioni più belle.
Charlotte è un libro ben scritto, commovente e tenero. Credo che seguirò il consiglio della giovane protagonista....Leggerò Jane Eyre.

Consigliato!

venerdì 6 marzo 2015

Noi-David Nicholls



Titolo: Noi
Autore: David Nicholls
Editore: Neri pozza
Pagine: 431
Genere: Romanzo straniero
Prezzo: 18.00
Ebook: non disponibile


Questa è la storia di Connie, Douglas e Albie. Connie e Douglas si conoscono alla fine degli anno ottanta, lui è laureato in biochimica e preferisce trascorrere la sua vita più con i moscerini della frutta ( che sta studiando) che con il genere umano. Connie è stravagante, frequenta attori, artisti, musicisti, insomma gente con cui fare baldoria e tardi la sera. Sembra improbabile, ma i due si incontrano e si innamorano, passano vent'anni della loro vita insieme dando vita ad Albie, (il figlio che tutti vorrebbero avere......si, come no!!!!). Connie è sempre attraente e Douglas la ama a tal punto che non riesce a dirglielo, sbagliando, perchè una notte Connie gli comunica di volerlo lasciare...Ma non senza fare prima il viaggio in Europa che si erano prefissati.
Credo che "Noi" si possa tranquillamente dividere in due parti:
Parte prima: Ci ritroviamo a fare la spola tra il presente ed il passato dei protagonisti, dove le descrizioni dei personaggi sono a mio avviso troppe. Nel frattempo inizia anche il viaggio di "riconciliazione-vediamo se riusciamo a ricucire il matrimonio-Albie usa un pò di buon senso". In questa fase ho pensato più volte di abbandonare il libro.
Parte seconda: Finalmente il personaggio Douglas ha più visibilità e il romanzo è più movimentato e ti lascia con quel minimo di curiosità di vedere come procede.
Il finale è scontato.
Adesso mi chiedo: "Perchè Nicholls ti sei prolungato così tanto? Avresti potuto scrivere lo stesso romanzo con 150 pagine in meno, sarebbe risultato più spontaneo e meno noioso".
Darei un tre.

La bottega dei sogni smarriti- Beth Hoffman



Titolo: La bottega dei sogni smarriti
Autore: Beth Hoffman
Editore: Piemme
Pagine: 404
Genere: Romanzo straniero
Prezzo:17,50
Ebook: 8,99

Teddy vive a Charleston, è la proprietaria di una bottega di oggetti d'antiquariato, spesso oggetti bizzarri, buffi, rotti, ma che hanno bisogno di qualcuno che gli dia nuova vita coccolandoli e amandoli.

Teddy arriva a Charleston lasciandosi alle spalle la sua fattoria, la sua famiglia e un gran tassello mancante, suo fratello Josh. Solo quando sua madre morirà, lei arriverà a capire di doversi abbandonare al futuro prendendo consapevolezza del fatto che suo fratello non tornerà più.
Mi dispiace che questo libro sia finito, avevo imparato a conoscere Teddy, a fare la spola con lei fra la fattoria e Charleston insieme al suo cagnolino e non mi stancavo dei racconti che lei faceva descrivendomi Josh.
Che ragazzo strano lui, pieno di vita, pieno d'amore verso la sua terra e verso le creature che abitano il bosco poco lontano dalla fattoria che lui ha lasciato decidendo di non farvi più ritorno, creando delle crepe in una famiglia che nessun buon antiquariato potrà mai sistemare.
Il libro ti avvolge con la sua prosa scorrevole, dando molto più spazio ai legami familiari piuttosto che alla solita storia d'amore che spesso tende ad oscurare il resto, i personaggi sono ben definiti e mai noiosi, dando quella sensazione che si ha quando si finisce un buon libro, cioè pensare che siano esistiti veramente e che adesso mentre io scrivo loro proseguano tranquillamente con la loro vita.

Gran bella lettura!